F.IB 08


Trascrizione: 

Firenze, domenica 5 marzo [1898-1902]

Illustre Professore. - 

Al solito ricorro a Lei per un’opera di carità. Ho dovuto mandare oggi allo spedale una mia servetta di nome Elena Riva / N° di Deposito 192 / affetta da artrite e febbre. Se in casa non avessi avuto un altro ammalato gravissimo, l’avrei fatta curare io: ma è stato impossibile. L’ho dovuta condurre all’ospedale io stessa, piangendo. Mio Signore, io la raccomando a lei, alla sua carità illuminata di scienziato e d’uomo di cuore.
E, raccomandandogliela, Le stringo la mano e l’ossequio

Devotissima e riconoscente

 Ida Baccini





 
© 2009-2018 - Bibliografia e Informazione - Codice fiscale 01597080504 - Privacy